Trascorrere Pasqua a Londra: tra folklore e tradizione

Trascorrere Pasqua a Londra: tra folklore e tradizione

Religione, monarchia, arte culinaria, tutto in pochi giorni di festa. L’Easter britannica è un crogiuolo di folklore popolare e tradizione aristocratica. Alcune dritte per trascorrere Pasqua a Londra.

trascorrere pasqua a londra

Una delle festività cristiane più sentite e festeggiate in Gran Bretagna… Trascorrere Pasqua a Londra significa tuffarsi in un mare di tradizioni, miti e folklore popolare che hanno caratterizzato lunghi secoli di civiltà britannica. Giusto per cominciare, occorre far subito una precisazione: il famoso termine “Easter”, che indica la Pasqua nell’attuale lingua inglese, deriva da “Eostre”, la dea anglosassone dell’alba e della primavera, venerata già in età pre-cristiana. Sia per gli antichi abitanti pagani dell’isola sia per quelli cristiani che vi abitarono nei secoli successivi, la Pasqua ha sempre rappresentato un momento di gioia e festività. Per i primi significava fine del rigido inverno e migliori condizioni di vita grazie alla bella stagione; per i secondi era la chiusura del periodo di penitenza e digiuno quale era la Quaresima nei secoli scorsi.

Benché la domenica di Pasqua rappresenti in qualsiasi paese cristiano l’apice della ricorrenza religiosa, nel Regno Unito assumono una rilevanza peculiare il Giovedì e il Venerdì Santo. Nel corso del cosiddetto Maundy Thursday, giorno dell’Ultima Cena e della lavanda dei piedi, si celebra la famosa Ceremony of the Royal Maundy (Cerimonia del santo Reale), risalente all’epoca di re Edoardo I (XIII secolo). Durante questa manifestazione venivano distribuiti dei “soldi santi” (Maundy Money) ai due cittadini anziani che più si erano distinti durante l’anno per le loro attività a favore della comunità.  A entrambi veniva fatto omaggio di un borsellino bianco e uno rosso. Il primo conteneva delle monete coniate ad hoc per l’occasione, in numero pari all’età del monarca vigente; quello rosso invece aveva al suo interno del denaro, simbolo dei doni che venivano consegnati ai più poveri.

Se il Giovedì Santo è giorno di elemosina, nel Venerdì Santo si ricorda la Passione di Cristo. Oltre a partecipare alle tradizionali funzioni religiose previste in tutte le chiese della città, coloro che decideranno di trascorrere Pasqua a Londra potranno assaggiare i dolci tipici di questa ricorrenza: gli hot cross burns. In pratica sono delle brioches contenenti cannella e uvetta, che risultano inconfondibili per via della loro decorazione esterna: una grande croce di glassa di zucchero.